ANPI - ANPPIA Comitato Provinciale di Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
...resistere non invecchia!

Chiediamo le dimissioni del presidente dell'UITS

E-mail Stampa PDF

obrist e WaffenSS 25 aprile

GIOVANNI PETRUCCI
Presidente CONI

Signor Presidente,
siamo qui a richiamare alla Sua attenzione una vicenda che consideriamo sconcertante oltre che grave sotto il profilo del rispetto dei princìpi e delle norme che permeano la nostra Carta Costituzionale.

Il giorno 25 aprile, anniversario della Liberazione, Ernfried Obrist, Presidente Nazionale dell’UITS (Unione italiana tiro a segno) – ente pubblico posto sotto la vigilanza del Ministero della Difesa e riconosciuto dal CONI – si faceva riprendere fotograficamente, nei locali del tiro a segno di S. Arcangelo di Romagna (Rimini), in atteggiamento di evidente consonanza con degli individui che indossavano le divise della Waffen-SS (imbracciando anche armi), le famigerate squadre militari tedesche  autrici, tra le altre, delle stragi di Marzabotto e di S. Anna di Stazzema. È inevitabile, in questo contesto, andare con la memoria al 28 dicembre 1943 dove proprio in un campo di tiro a segno, a Reggio Emilia, furono fucilati dai tedeschi i sette fratelli Cervi, o al 1944 dove al Martinetto di Torino, nel cortile detto del Tiro alla pistola, ebbero luogo ben 61 esecuzioni ai danni di operai, studenti, sacerdoti, militari e contadini.


Ultimo aggiornamento Lunedì 21 Settembre 2009 11:14 Leggi tutto...
 

Ancora uno sfregio contro la Resistenza

E-mail Stampa PDF

targa ANPI sfregiataCon l’incisione “Viva il duce” sulla targa di ottone che indica la sede dell’ANPI provinciale di Bologna, i nostalgici fascisti hanno nuovamente oltraggiato la Resistenza.

La Presidenza dell’ANPI ha stigmatizzato l’atto provocatorio e segnalato il fatto alle autorità competenti.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 02 Settembre 2009 20:03
 

Lettera di solidarietà a Concita De Gregorio, direttore del quotidiano "l'Unità"

E-mail Stampa PDF

concita de gregorioCara Direttore,

Le giunga a nome dell’ANPI Nazionale e mio personale la più ampia e sentita solidarietà per la grave azione giudiziaria intentata ai danni de l’Unità dal Presidente del Consiglio.

Profondamente indignati e preoccupati per la deriva liberticida e intimidatoria intrapresa da questo Governo e principalmente dal suo massimo esponente, auspichiamo una diffusa e responsabile mobilitazione da parte di tutte le coscienze democratiche del Paese a difesa della libertà di stampa, cardine fondamentale di ogni effettiva e sana democrazia.

Ultimo aggiornamento Lunedì 07 Settembre 2009 08:51 Leggi tutto...
 

Lettera di solidarietà a Ezio Mauro, direttore del quotidiano "La Repubblica"

E-mail Stampa PDF

ezio mauroEgregio Direttore,

l’ANPI Nazionale esprime a Lei e alla intera redazione la più ampia solidarietà a seguito delle iniziative giudiziarie annunciate da Silvio Berlusconi contro il Suo giornale, così come esprime condivisione per l’appello lanciato a sostegno della battaglia civile, morale e culturale che la Repubblica sta portando avanti con decisione.

I valori ai quali l’ANPI si richiama, fondati sulla tutela dei diritti e il rispetto dei doveri contenuti nella Carta Costituzionale nata dalla Resistenza, impongono una presa di posizione forte e determinata in difesa degli alti principi di libertà che nella legge fondamentale dello Stato hanno trovato il contributo di tutte le forze unitesi per instaurare nel Paese una moderna democrazia.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 02 Settembre 2009 09:49 Leggi tutto...
 

Scritte neofasciste sui muri della sede nazionale dell'ANPI a Roma

E-mail Stampa PDF

scritte fasciste sede ANPI Roma“Via Rasella: partigiano terrorista” questa la scritta comparsa domenica mattina sui muri della sede nazionale dell’ANPI a Roma. Un gesto vile che rappresenta in pieno la sottocultura di certo neofascismo che vive un momento di aggressiva rifioritura nella capitale, ma non solo. “I partigiani non furono massacratori” recita la recente sentenza della Cassazione su Via Rasella. Combattenti per la libertà, questa è la storia.

La Segreteria Nazionale ANPI  

Ultimo aggiornamento Lunedì 31 Agosto 2009 14:23
 


Pagina 92 di 96
<<  Agosto 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

ANPIbologna @ YouTube

ANPI Bologna @ instagram!

Banner

Banner
Banner

vieni a trovarci su Facebook

vieni a trovarci su Facebook


Porta Lame / il tuo nome ha un suono epico
ricorda/l'unica battaglia aperta
contro il nemico nazifascista
fra mura cittadine/di tutta la resistenza italiana
prima del grande aprile
fu un'intera giornata/difesa tra le macerie
e la sera fu una vittoria
conquistata d'assalto
la parola d'ordine era "Garibaldi combatte"
ed era Garibaldi / il cuore della città

lapide di Porta Lame - Bologna

Questo sito web usa i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni. Per saperne di più sui nostri cookies e come eliminarli, leggi la nostra Informativa.

Accetto i cookies da questo sito.

Informazioni sulla Direttiva e-Privacy