ANPI - ANPPIA Comitato Provinciale di Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
...resistere non invecchia!

Vincono l'Anpi e l'associazionismo democratico: la Resistenza è nei nuovi programmi scolastici

E-mail Stampa PDF

staffetta con tricolore"L'Italia dal Fascismo alla Resistenza e le tappe di costruzione della democrazia repubblicana": torna nei programmi di storia delle quinte superiori la Resistenza!

E sì, perché era sparita: con un po' di "bianchetto idelogico" la ministra Gelmini aveva fatto sparire la parola Resistenza dai nuovi programmi ministeriali, sostenendo di fronte a quanti (tanti) si erano indignati che era sottintesa nelle "tappe e formazione dell'Italia repubblicana".

Una svista? Difficile immaginarlo. Un intenzionale "colpo di mano" revisionista, piuttosto. O forse una freudiana e spontanea rimozione, espressione di una cultura che non ce l'ha proprio nel dna il riferimento alla Resistenza, né tantomeno all'antifascismo (altra parola assente dal programma di storia).

Comunque sia, in quanto a provare, ci provano sempre... salvo scoprire che, come forse non si aspettavano, tante voci si sono levate indignate da questo colpo di mano, in primis ovviamente l'ANPI, con un duro comunicato, ma anche tanti esponenti politici (ma non dal centro destra) e - soprattutto - le associazioni studentesche: ragazzi e ragazze che non ci stanno a studiare la storia riveduta e corretta da "lorsignori",

Ultimo aggiornamento Venerdì 02 Aprile 2010 11:39 Leggi tutto...
 

l’ANPI nazionale: si ponga subito rimedio alla cancellazione della resistenza dalla storia

E-mail Stampa PDF

fedeltà alla ResistenzaScopriamo, con preoccupazione, profondo sconcerto e indignazione che, dopo aver ridotto drasticamente il tempo dell’insegnamento scolastico della storia, nei nuovi programmi dedicati alla materia, tra tutti i fondamentali “nuclei tematici”, non compaiono l’Antifascismo, la Resistenza e la Liberazione.

Si compie così un salto di ineguagliabile acrobazia storiografica tra il fascismo e la conquista della democrazia nel nostro Paese che non è certo sorta spontaneamente dal nulla. Un’omissione pensata, riflettuta fino alla sua codificazione, essendo impossibile immaginare un atto dell’ignoranza.

Scopriamo inoltre che dai consiglieri stessi del Ministro, On. Gelmini, arriva una giustificazione: “Lo studio della Resistenza è importante ed è previsto nelle nuove indicazioni nazionali”. Previsto, forse, ma non esplicitato. Perché?

Ebbene, in virtù dell’impegno prospettato dal Ministro di voler educare alla cittadinanza e alla Costituzione i nostri ragazzi ed essendo la Costituzione stessa - come ben si sa - nata dalla Resistenza, dal sangue di migliaia di combattenti per la libertà, l’ANPI chiede che nei programmi definitivi di storia si ponga immediatamente rimedio ad un vuoto grave al quale non è estranea l’accondiscendenza al revisionismo antistorico di un Governo

Ultimo aggiornamento Venerdì 02 Aprile 2010 11:41 Leggi tutto...
 

solidarietà per la Bolognina

E-mail Stampa PDF

lapide carabinieri caserme rosseL’ANPI Provinciale di Bologna esprime "piena solidarietà ai partigiani e antifascisti della Bolognina per il ripetersi di atti vandalici nella loro zona" per bocca del suo presidente, William Michelini.

Di nuovo in azione i "vandali": sparita una delle tre corone d'alloro che nel corso della cerimonia dello scorso 26 febbraio erano state deposte alle Caserme Rosse, che furono il campo di transito e smistamento da cui vennero deportati decine di migliaia di prigionieri.

Questo sfregio alla memoria antifascista è l'ultimo di una serie preoccupante, che colpisce particolarmente la Bolognina, come ricorda Michelini: il primo marzo, con gesto altrettanto vigliacco, era stata distrutta la corona della lapide che in via Di Vincenzo ricorda Vasco Mattioli e Bruno Monterumici "Roberti", entrambi trucidati dalle brigate nere il 5 luglio 1944.

Ultimo aggiornamento Giovedì 25 Marzo 2010 14:01 Leggi tutto...
 

Totalmente infondate le notizie dell'isolamento di un dirigente ANPI

E-mail Stampa PDF

Il presidente dell’ANPI provinciale di Bologna, Lino “William” Michelini, dichiara quanto segue:

“Con sorprendente insistenza appaiono in questi giorni nelle pagine di cronaca bolognese di taluni quotidiani notizie circa un presunto ‘isolamento’ di un proprio dirigente, Armando Sarti, membro della Presidenza dell’Associazione. Ciò in riferimento a una sua diversità di vedute circa l’attività attuale del Comune.
Tutto ciò è completamente infondato.
L’ANPI provinciale continua serenamente l’incessante impegno dei propri organi e nel Comitato provinciale della Resistenza e della Lotta di Liberazione, in piena assonanza con le istituzioni cittadine, provinciali e regionali di cui valuta positivamente il prezioso contributo.
Tengo inoltre a sottolineare la piena considerazione nei confronti di Armando Sarti per la sua attività nell’ANPI e nel Comitato antifascista del Quartiere Navile”.

 

Nessuno screzio tra ANPI e Commissario di Bologna

E-mail Stampa PDF

L’ANPI provinciale di Bologna, nella persona del presidente Lino “William” Michelini, ha avuto nei giorni scorsi su propria richiesta un incontro in Municipio con il Commissario Straordinario Anna Maria Cancellieri, alla quale è stato espresso un sincero augurio di buon lavoro nell’interesse della città.

Il colloquio, svoltosi in un clima di fattiva e cordiale collaborazione, ha prodotto concordanza totale sul programma di iniziative  - precedentemente impostate dal Comitato provinciale della Resistenza e della Lotta di Liberazione - dedicate al sessantacinquesimo anniversario della Liberazione della città e del Paese.

L’ufficio stampa dell’ANPI coglie l’occasione per chiarire che è del tutto priva di fondamento ogni notizia di screzio tra l’Associazione provinciale ed il Commissario Signora Cancellieri.

 


Pagina 84 di 96
<<  Giugno 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

ANPIbologna @ YouTube

ANPI Bologna @ instagram!

Banner

Banner
Banner

vieni a trovarci su Facebook

vieni a trovarci su Facebook


Credo che vivere vuol dire essere partigiani.
Chi vive veramente non può Non essere cittadino, e parteggiare.
Indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita.
Perciò odio gli indifferenti. L’indifferenza è il peso morto della storia.

Antonio Gramsci

Questo sito web usa i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni. Per saperne di più sui nostri cookies e come eliminarli, leggi la nostra Informativa.

Accetto i cookies da questo sito.

Informazioni sulla Direttiva e-Privacy