ANPI - ANPPIA Comitato Provinciale di Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
...resistere non invecchia!

Berlusconi chiama il popolo al rigetto della Costituzione

E-mail Stampa PDF

La Costituzione, nata dalla Resistenza, regge democraticamente l’Italia da oltre 60 anni, l’inferno sarebbe cancellarla, ma questo è proprio il progetto del Presidente del Consiglio. Siamo al punto di dichiarazioni irresponsabilmente plateali, ad una chiamata popolare al rigetto delle radici civili del Paese.

Non è tollerabile.

L’ANPI fa appello a tutte le coscienze responsabili, ai partiti, all’associazionismo democratico, alle forze sindacali, agli studenti, affinché si dia luogo ad una grande, civile mobilitazione unitaria per dire NO alla deriva autoritaria in corso cui non si può più assistere inerti e divisi.

ANPI – Associazione Nazionale Partigiani d’Italia
Italiani, di Costituzione

 

Resistenza n. 3 anno 2010

E-mail Stampa PDF

E' stato pubblicato il numero di Giugno 2010 della rivista, organo dell’ANPI Provinciale di Bologna (Anno VII - Numero 3), se vuoi puoi scaricarne una copia in pdf qui, altrimenti sfoglialo online nella finestra qui di seguito:

Ultimo aggiornamento Domenica 06 Giugno 2010 15:15 Leggi tutto...
 

L'ANPI nazionale sui fatti di Gaza

E-mail Stampa PDF

La tragedia sanguinosa consumatasi di fronte a Gaza, in Palestina, ha caratteri di un’efferatezza cieca. Si è sparato sulla solidarietà, sul soccorso umanitario.

L’ANPI, fedele custode degli ideali di giustizia, libertà e pace che hanno animato la Resistenza alla dittatura nazifascista, s’impegnerà e impegnerà tutte le sue strutture territoriali ad avviare una grande operazione di sensibilizzazione delle coscienze per dire BASTA.

Via l’embargo da Gaza. PACE in Medio Oriente. Due popoli, due Stati.

Tutti dobbiamo sentirci coinvolti. Tutti. O non cambierà nulla.

SEGRETERIA NAZIONALE ANPI

 

Democrazia in sofferenza massima vigilanza

E-mail Stampa PDF

Settori sempre più ampi dell'opinione pubblica stanno avvertendo l'avanzare di una situazione anomala in Italia, rispetto al panorama dei paesi democratici. È ormai evidente che l'attacco alle libertà garantite dalla Costituzione repubblicana non è più, come si usa dire, strisciante. I tentativi sono palesi. Prova ne siano, ultimamente, quelli di mettere il bavaglio agli organi di informazione, le rappresaglie nei confronti di giornalisti della televisione pubblica, i minacciosi provvedimenti nei confronti di operatori dell'informazione e degli stessi editori (passando dall'eliminazione delle agevolazioni postali che penalizza anche la stampa no profit), il ricorso da parte del governo di centrodestra al voto di fiducia in Parlamento, tale da impedire il vitale confronto di idee e di proposte nella dialettica fra i gruppi politici rappresentati.

Addirittura si è giunti alle obbrobriose circolari – con tanto di imprimatur ministeriale –

Leggi tutto...
 

comunicato ANPI sulla guerra in Afghanistan

E-mail Stampa PDF

soldato in afghanistanL'ennesimo massacro perpetrato in Afghanistan impone finalmente una seria e decisiva riflessione da parte del Parlamento e del Governo italiani e della Comunità Internazionale sulla missione militare.

I nostri soldati sono coinvolti in una guerra che dura da anni e di cui non si intravede la fine. Non si può continuare ad assistere a quanto si sta verificando senza un radicale cambio di rotta.

Per tutto ciò l'ANPI ribadisce con forza la richiesta della convocazione di una Conferenza Internazionale di Pace affinché si creino le condizioni per un ritiro immediato delle truppe militari.

Presidenza e Segreteria nazionale ANPI

Ultimo aggiornamento Venerdì 21 Maggio 2010 16:21
 


Pagina 82 di 96
<<  Luglio 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
        1
  2  3  4  5  6  7  8
  9101112131415
16171819202122
232426272829
3031     

ANPIbologna @ YouTube

ANPI Bologna @ instagram!

Banner

Banner
Banner

vieni a trovarci su Facebook

vieni a trovarci su Facebook


Viviamo nella più cameratesca delle amicizie, legati da una sicura fede nel domani e dall'orgoglio di sentirci tanto diversi dagli altri. Giampaolo Grosso "Paolo"

(studente universitario, nato nel 1920, morto a 24 anni, partigiano e commissario politico)

Questo sito web usa i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni. Per saperne di più sui nostri cookies e come eliminarli, leggi la nostra Informativa.

Accetto i cookies da questo sito.

Informazioni sulla Direttiva e-Privacy