ANPI - ANPPIA Comitato Provinciale di Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
...resistere non invecchia!

Dodici donne e otto bambini...

E-mail Stampa PDF

donna e bambino migranteL’arrivo non gradito di dodici donne (di cui una incinta) e otto bambini: su questo hanno puntato il dito gli abitanti di Goro e Gorino che, la scorsa notte, hanno eretto delle barricate per impedire che alcuni profughi trovassero riparo in una struttura del loro territorio, un ostello appositamente requisito dal prefetto di Ferrara, Michele Tortora.

La scelta del luogo era giustificata dal fatto che su 800 profughi ospitati in provincia, non ve ne era nessuno nel comune di Goro.

L’indignazione per un simile gesto non basta. Va condannato fermamente per ciò che rappresenta: un vero e proprio atto di xenofobia.

L’ANPI condanna il razzismo in ogni sua forma ed esprime la massima vicinanza e solidarietà a persone che, costrette a lasciare i loro Paesi spinti da forme di violenza e miseria inimmaginabili, si vedono respinti e aggiunge alla solidarietà la vergogna di veder accadere un atto simile nella nostra Emilia-Romagna, una terra che sappiamo essere in grado di esprimere e realizzare gesti di ben altro valore e di segno totalmente opposto.

Anna Cocchi
ANPI Emilia - Romagna

Ultimo aggiornamento Martedì 25 Ottobre 2016 16:27
 

generosa ANPI - su Patria Indipendente

E-mail Stampa PDF

un grande NO"In tutta Italia un fiorire di iniziative dell’Associazione contro la riforma costituzionale. La Cgil e l’Arci. L’esempio della Brianza. A novembre la “staffetta” streaming del 4/5 e la manifestazione del 25.

Una generosità senza sosta e confini quella che l’ANPI sta dimostrando in tutta Italia col profluvio di iniziative per il NO alla Riforma della Costituzione. La nostra Associazione è in pieno campo da nord al sud per informare i cittadini sul merito e per dire, quindi, la sua come ha dettato il Congresso a larghissima maggioranza."

continua a leggere su patriaindipendente.it

 

Condanna dell'ennesimo attacco fascista di via Broccaindosso

E-mail Stampa PDF

Comunicato

Il Comitato provinciale dell’ANPI di Bologna denuncia l’ennesimo atto vandalico fascista perpetrato contro la lapide di Via Broccaindosso.

E’ stata nuovamente incendiata la corona d’alloro sotto la lapide che ricorda il partigiano Giancarlo Romagnoli. In poco tempo per ben due volte questa lapide è stata presa di mira e questo dimostra come la storia non ha insegnato il rispetto verso chi ha dato la propria vita per la libertà di tutti gli italiani.

L’ANPI di Bologna ringrazia i cittadini bolognesi che hanno preso distanza da questo atto vile e che prontamente sono intervenuti per ridarne la giusta dignità.

La Presidenza e la Segreteria dell’ANPI provinciale

Ultimo aggiornamento Domenica 16 Ottobre 2016 05:34
 

Comunicato stampa

E-mail Stampa PDF

Bologna, 14 ottobre 2016

Comunicato

Questa notte sono stati imbrattati, con scritte contro Renzi, i muri di una serie di immobili cittadini.

Questo fenomeno del deturpamento di edifici, in molti casi di pregio e di valore artistico e storico, è un malcostume che l’ANPI ha sempre condannato.

Non si tratta di espressioni di libertà artistica o politica o di affermazione di istanze sociali. Siamo di fronte a manifestazioni di pura e semplice stupidità e di nichilismo politico oltreché di evidente inciviltà. Una considerazione particolare merita quest’ultimo episodio; quello appunto che ha come obiettivo il Presidente del Consiglio.

L’ANPI è impegnata in un confronto franco, democratico e senza tentennamenti, sulla questione del referendum costituzionale. E’ per questo che non solo non condivide, ma condanna decisamente certe forme di pseudo lotta politica.

Così come non condivide le posizioni della destra che, nel confronto referendario, punta solo alla cacciata di Renzi.

Sono anche queste posizioni che danno spago a certi politici notturni armati di spray. Noi condividiamo l’auspicio del presidente Mattarella, il dibattito deve rimanere a livello alto e il confronto entro precisi confini civili.

La Presidenza e la Segreteria dell’ANPI provinciale

Ultimo aggiornamento Domenica 16 Ottobre 2016 05:37
 

Condanna del grave attacco fascista di via Broccaindosso

E-mail Stampa PDF

L'ANPI Provinciale di Bologna stigmatizza il grave attacco fascista alla memoria della Resistenza attuato incendiando la corona d'alloro posta in via Broccaindosso, sotto la lapide che ricorda il partigiano Giancarlo Romagnoli, fucilato a soli 19 anni per il suo impegno contro il fascismo e il nazismo.

Vilipendere la memoria della Resistenza è un'offesa profonda ai valori dell'antifascismo su cui poggia la nostra Repubblica e in cui affonda le radici la nostra Costituzione, ed è un'offesa a tutti gli italiani sinceramente antifascisti che deve trovare come risposte la più forte indignazione e la più netta condanna.

L'ANPI di Bologna ringrazia i cittadini bolognesi e gli iscritti all'ANPI che hanno già provveduto a posare dei fiori sul luogo e confida in un pronto intervento degli organismi competenti per il ripristino della lapide danneggiata dalle fiamme e il perseguimento dei responsabili.


Ultimo aggiornamento Domenica 18 Settembre 2016 18:01
 


Pagina 9 di 86
<<  Giugno 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
192021232425
2627282930  

ANPIbologna @ YouTube

ANPI Bologna @ instagram!

Banner

Banner
Banner

vieni a trovarci su Facebook

vieni a trovarci su Facebook


noi siamo i lupi di montagna abbiamo fatto una bandiera solo per vincere o morir.
Sulle cime dei nostri monti saremo i primi e sempre pronti saremo i primi e sempre pronti a dar una prova di valor.
Ribelli, ribelli cosa importa se si muor con un grido di valore noi ribelli avanti andiam.
canto partigiano

Questo sito web usa i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni. Per saperne di più sui nostri cookies e come eliminarli, leggi la nostra Informativa.

Accetto i cookies da questo sito.

Informazioni sulla Direttiva e-Privacy