ANPI - ANPPIA Comitato Provinciale di Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
...resistere non invecchia!

Resistenza e Nuove Resistenze n. 3 anno 2016

E-mail Stampa PDF

E' online Resistenza e Nuove Resistenze di Novembre 2016.

La nostra rivista cambia veste e si rinnova, ecco come ce lo racconta la redazione su questo numero:

"Con questo numero inizia una nuova fase per la rivista dell’ANPI provinciale. Abbiamo mantenuto la vecchia testata, ma aggiunto un sottotitolo che condensa gli obiettivi che ci proponiamo. Vogliamo infatti testimoniare sia la continuità con il passato, sia un approccio nuovo con la realtà di oggi, con i problemi che la stessa evidenzia.

I cittadini possono trovare in queste pagine uno strumento di partecipazione e confronto sui temi che interessano la nostra collettività nazionale e locale e una motivazione per contribuire alla nostra azione.

Le pagine dedicate alla vita associativa offrono informazioni, analisi e indicazioni di lavoro, scambi di esperienze e comunicazioni sulla vita dell’ANPI.

Ricordare le vicende del passato non deve essere solo un esercizio di memoria, ma un modo per analizzare e comprendere i processi attraverso i quali si è determinata l’affermazione, quasi un secolo fa, dei fascismi in Europa. E capire in che modo le forze democratiche si sono attrezzate per restituirci la Libertà. Ci sono dei passaggi in quelle esperienze che possono essere di insegnamento anche oggi. [...]"

La rivista è l'organo dell’ANPI Provinciale di Bologna.

Se vuoi puoi scaricarne una copia in pdf qui, altrimenti sfoglialo online nella finestra qui di seguito:

istruzioni d'uso


clicca sulla rivista per visualizzarla a pieno schermo e potrai sfogliarla in due modi: utilizzando i tasti freccia della tua tastiera o cliccando sui triangoli bianchi che compaiono ai lati dello schermo quando ci si passa il mouse.

Cliccando sulle pagine in ogni caso si accede alla modalità zoom (o lente di ingrandimento) utile per ipovedenti.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 22 Febbraio 2017 15:50
 

Il Presidente Smuraglia sulla vicenda Puppato

E-mail Stampa PDF

L'ANPI non ha cacciato, non caccia e non caccerà nessuno che dissenta dalla linea approvata in materia referendaria (favorevole al NO).

Il documento del Comitato Nazionale del 24 maggio u.s. dice chiaramente che il dissenso è libero, che nessuno sarà punito per il fatto di avere un'opinione diversa da quella espressa dall'Associazione; peraltro si raccomanda vivamente di non compiere atti palesemente contrari alla linea. Una raccomandazione, dunque, che dovrebbe essere intesa sulla base della correttezza e della ragionevolezza. Tant'è che la campagna referendaria è in corso da mesi e nulla è accaduto da nessuna parte.

A prescindere dalle concrete modalità con cui si è svolta la vicenda “Puppato” (forse si farebbe bene a cercare un chiarimento con gli organismi competenti, anziché sollevare subito un caso sulla stampa), sta di fatto che un parlamentare è pacificamente libero di fare campagna per il SÌ, anche se iscritto all'ANPI. Deve solo evitare di esibirlo ed agire e fare la sua propaganda come parlamentare e come – eventualmente – membro del PD.

Non credo sia chiedere troppo; e per risolvere ogni problema dovrebbe bastare il senso di appartenenza e di fratellanza che unisce tutti gli aderenti alla nostra Associazione. In ogni caso, finiamola una buona volta con questa storia dei cacciati, esclusi, espulsi, ecc, che semplicemente non esiste se non a livello di provocazione.

L'ANPI sta rigorosamente aderendo al documento del 24 maggio, che qui si riporta nel punto essenziale più volte richiamato: “Abbiamo sempre affermato che la nostra è un'Associazione pluralista, per cui è normale anche avere opinioni diverse. Altra cosa, però, sono i comportamenti. Ovviamente, non sarà “punito” nessuno per aver disobbedito, ma è lecito chiedere, pretendere, comportamenti che non danneggino l'ANPI e che cerchino di conciliare il dovere di rispettare le decisioni, con la libertà di opinione”.

Carlo Smuraglia

Presidente Nazionale ANPI

Milano, 11 novembre 2016


Qui il link all'intervista rilasciata dal presidente Smuraglia a Il Fatto Quotidiano:

ilfattoquotidiano.it/2016/11/11/referendum-smuraglia-dopo-il-caso-della-tessera-anpi-non-rinnovata-a-puppato-tempesta-in-un-bicchier-dacqua/3186022/

Ultimo aggiornamento Domenica 13 Novembre 2016 14:02
 

Comunicato stampa della Segreteria Nazionale ANPI sui fatti di Latina

E-mail Stampa PDF

Pubblichiamo il comunicato stampa della Segreteria Nazionale ANPI che l'ANPI Provinciale di Bologna condivide pienamente.


Premesso che, ancora una volta, una certa stampa ed alcuni esponenti politici sono pronti ad occuparsi dell'ANPI (anzi, addirittura a scoprirne l'esistenza) solo quando insorgono problemi e si presentano occasioni per criticarla, la vicenda di Latina merita una netta presa di posizione da parte di questa Segreteria.

Stiamo facendo migliaia di manifestazioni in tutta Italia per il NO, abbiamo sempre ribadito che il nostro unico obiettivo è quello di impedire uno stravolgimento della Costituzione e che la campagna referendaria deve essere civile e ordinata. E in effetti l'ANPI la sta affrontando con le sue bandiere e la sua autonomia, fermi restando i rapporti di collaborazione con il comitato per il No e con alcune associazioni particolarmente vicine, come CGIL, ARCI, Libertà e Giustizia, ecc.

Deploriamo, dunque, che a Latina vi sia stato qualcuno che ha battuto una strada diversa, sia per dichiarazioni sbagliate e improvvide, sia per la presenza stessa ad un presidio che confligge con l'impostazione nazionale dell'ANPI tesa all'informazione e al dialogo civile sul merito; e deploriamo ancora di più che la nostra gloriosa bandiera si sia trovata esposta a contiguità e vicinanze assolutamente insopportabili e improponibili. Non è questa la nostra linea, a cui – del resto – si sta attenendo tutta l'ANPI nel suo complesso.

La nostra Associazione, a livello provinciale, si è già nettamente dissociata. Dissociazione che l'ANPI Nazionale condivide in modo fermo e assoluto.

Provvederà il Comitato provinciale di Latina ad accertare, anche attraverso una discussione approfondita, come siano andate realmente le cose. Sarà l'occasione non solo per adottare o proporre agli organismi nazionali le misure necessarie ma anche per ribadire che la linea dell'ANPI è e deve restare quella già tracciata, come sopra indicata, senza eccezioni o deviazioni di sorta.


LA SEGRETERIA NAZIONALE ANPI


Roma, 9 novembre 2016

Ultimo aggiornamento Giovedì 10 Novembre 2016 21:17
 

È scomparsa Tina Anselmi

E-mail Stampa PDF

Con Tina Anselmi se ne è andata una grande donna che ha saputo tradurre i valori della Resistenza, a cui ha partecipato giovanissima, nella sua attività di sindacalista, dirigente politica e parlamentare. È stata la prima donna a ricoprire l'incarico di ministro in Italia e ha contribuito a far crescere la democrazia nel nostro paese, firmando leggi importanti per la tutela e l'avanzamento dei diritti di tutti e tutte, e presiedendo la Commissione parlamentare d'inchiesta sulla loggia P2.

L'ANPI Provinciale di Bologna esprime il più profondo cordoglio per la scomparsa di Tina Anselmi, partigiana "Gabriella".




Ultimo aggiornamento Mercoledì 02 Novembre 2016 08:23
 

Bologna per la Costituzione

E-mail Stampa PDF

NO al referendum costituzionaleLe ragioni del NO al referendum costituzionale

un pomeriggio di festa e denuncia per un'informazione corretta e pluralistica. NO al monopolio mediatico di Renzi

Domenica 30 ottobre 2016

Bologna Piazza Nettuno

sarà presente uno stand dell'ANPI, vieni a trovarci, aiutaci a diffondere l'evento condividendo l'invito anche sui tuoi social, partecipa per unire la tua voce alle nostre, saremo in tante e tanti:

dalle ore 15.00

stand informativi, volantinaggio, animazione

vignettisti per il NO,

musica dei Falce e vinello

filmati, testimonianze di Stefano Bonaga, Alessandro Bergonzoni, Katia Zanotti.

Non  mancheranno di far sentire la loro voce il mondo della Scuola e dell’Università, dell’Acqua pubblica e dell’Ambiente.

intervengono dalle ore 17.00


  • Umberto Romagnoli, presidente comitato Baldini per il NO
  • Francesca Chiavacci, presidente nazionale ARCI
  • Maurizio Landini segretario generale FIOM
  • Gianfranco Pasquinopolitologo docente emerito UNIBO
  • Alessandro Pollio Salimbeni vice presidente ANPI
  • Ivano Marescotti, attore

per adesioni e informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

fumettisti per il NO

rock resistente

Ultimo aggiornamento Sabato 29 Ottobre 2016 09:22
 


Pagina 8 di 86
<<  Giugno 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
192021232425
2627282930  

ANPIbologna @ YouTube

ANPI Bologna @ instagram!

Banner

Banner
Banner

vieni a trovarci su Facebook

vieni a trovarci su Facebook


“Uomini e donne di Bologna! Nel ricordo doloroso ma fiero dei nostri Caduti, nella coscienza dello sforzo immane onde la vita e il lavoro risorgono da tanti lutti e rovine, l'aureo simbolo del valore appuntato sul Gonfalone del Comune, sia a tutti monito di quanto la riscattata libertà costi al popolo, sia preciso impegno di difendere contro ogni oltraggio e contro ogni insidia il prestigio delle nostre libere popolari istituzioni repubblicane, sia a noi di auspicio e guida nel percorrere decisi ed uniti la via gloriosa delle civili feconde conquiste del lavoro, della scienza, delle arti, cui Bologna legò il proprio nome nei secoli”

Bologna, 24 novembre 1946, in occasione del conferimento della medaglia d'oro al valor militare alla città

Questo sito web usa i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni. Per saperne di più sui nostri cookies e come eliminarli, leggi la nostra Informativa.

Accetto i cookies da questo sito.

Informazioni sulla Direttiva e-Privacy