ANPI - ANPPIA Comitato Provinciale di Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
...resistere non invecchia!

Omaggio a Giancarlo Romagnoli

E-mail Stampa PDF

Il 7 giugno alle ore 11 le studentesse e gli studenti del Liceo Laura Bassi e dell'IsArt Liceo Artistico Arcangeli di Bologna inaugurano una targa da loro realizzata per ricordare Giancarlo Romagnoli, giovane partigiano fucilato a Bologna il 3 gennaio 1944. L'iniziativa nasce come risposta ai gravi atti di vilipendio che hanno colpito più volte negli scorsi mesi la lapide che ricorda Romagnoli, collocata in via Broccaindosso, e la corona posta per omaggiarlo. I giovani bolognesi affermano con convinzione che l'antifascismo è ancora un loro valore e che la memoria della Resistenza è un patrimonio civile da preservare con un impegno quotidiano.

Per l'ANPI sarà presente Simona Salustri della presidenza provinciale.


Ultimo aggiornamento Mercoledì 07 Giugno 2017 08:44
 

27 maggio 2017: Giornata Antifascista

E-mail Stampa PDF

Più di 100 iniziative in tutta Italia per la Giornata Antifascista indetta dall'ANPI. Ecco alcune immagini da Bologna e provincia.

                     

           


      


Ultimo aggiornamento Mercoledì 07 Giugno 2017 08:43
 

Basta con i fascismi: le iniziative a Bologna e provincia

E-mail Stampa PDF

In occasione della Giornata Antifascista del 27 maggio le sezioni ANPI di Bologna e provincia organizzano:


27 maggio, Bologna, via Azzogardino-piazzetta Pasolini, ore 10-14: punto informativo dell'ANPI provinciale di Bologna presso il Mercato ritrovato, piazza della Cineteca di Bologna; volantinaggio nei giardini adiacenti la Cineteca, teatro della battaglia di Porta Lame; in occasione della Giornata Antifascista è stato lanciato un appello a raccogliere e a portare all'ANPI provinciale fotografie di scritte fasciste sui muri di Bologna. Per informazioni vedere la pagina Facebook dell'ANPI provinciale.

L'ANPI provinciale aderisce alla manifestazione Bologna accoglie. Alle 14:30 concentramento in piazza XX Settembre e corteo verso piazza Nettuno per posare fiori al sacrario dei caduti partigiani.


27 maggio, Bologna, Centro storico: itinerario su alcuni luoghi della Resistenza in città con le sezioni ANPI Porto, Pratello e Saragozza. Partenza da piazza Malpighi angolo via Portanova alle ore 11 e conclusione al liceo Minghetti per un incontro con studenti e studentesse.


27 maggio, Medicina, piazza Garibaldi, ore 10.30-11.30: presidio a cura della sezione ANPI Medicina con posa di una corona alla lapide di Licurgo Fava, letture da lettere di condannati a morte della Resistenza.


27 maggio, Ozzano dell'Emilia, Sala Città di Claterna, piazza Allende, ore 10: Per uno stato pienamente antifascista, incontro con Federico Chiaricati, storico, esperto di neofascismo promosso dalla sezione ANPI di Ozzano.


27 maggio, San Lazzaro di Savena, piazza Bracci, ore 9-12: banchetto dell'ANPI di San Lazzaro in collaborazione con le sezioni di Terre di pianura (Granarolo, Budrio, Castenaso) presso il mercato.
.

27 maggio, Anzola, piazza Berlinguer, ore 10-12: banchetto informativo dell'ANPI di Anzola.


28 maggio, Bologna, Giardino Brigata Partigiana Maiella via Marx angolo via Barbacci e Centro sociale La Dacia via Lincoln 22/3 a partire dalle 16.30: la sezione ANPI Savena organizza un pomeriggio al parco, presso il monumento dedicato alla Brigata Maiella recentemente oltraggiato con scritte fasciste. Deposizione di una corona, canti partigiani con la voce e la fisarmonica di Salvatore Panu, distribuzione di materiali informativi, rinfresco, incontro con l'esperto di neofascismo Jacopo Frey e presentazione a cura di Dawit Solomon de La galassia nera su Facebook realizzata da ANPI e Patria Indipendente.


Inoltre a Bologna presso la Biblioteca Borges, via dello Scalo 21/3, dal 26 maggio al 9 giugno è allestita la mostra Il gioco della pace, realizzata dagli studenti e dalle studentesse dell'Istituto Aldrovandi-Rubbiani e promossa da ANPI, Associazione Rose Rosse, Dentro al Nido, Donne di Sasso, Donne in Nero, Gruppo 98 Poesia, Libera, Trekking Italia, UDI. La mostra osserverà il seguente orario: lun. 14-19, mar.-ven. 8.30-19, sab. 8.30-18.

Ultimo aggiornamento Venerdì 26 Maggio 2017 13:25
 

Basta con i fascismi

E-mail Stampa PDF

“BASTA CON I FASCISMI”: il 27 maggio, in tutta Italia, Giornata antifascista promossa dall’ANPI

“Un’iniziativa unica nel suo genere che segna un ulteriore e importante passo in avanti della nostra Associazione sul fronte del contrasto giuridico, sociale e culturale ai fascismi”. Con queste parole Carlo Smuraglia, Presidente nazionale ANPI, lancia la Giornata antifascista che si svolgerà in tutta Italia sabato 27 maggio.  Una iniziativa che intende costruire nel Paese una diffusa coscienza nazionale sul problema dell’intensificarsi del fenomeno e della minaccia neofascista in Italia e nel mondo, dei razzismi, della xenofobia e sulla necessità, quindi, di una piena attuazione dei principi e dei valori della Costituzione nata dalla Resistenza. In Italia, in particolare, assistiamo a sempre più diffuse manifestazioni di apologia del fascismo, come il recente raduno al Cimitero maggiore di Milano in onore dei repubblichini di Salò, che sembrano non avere adeguate risposte e attenzione da parte delle istituzioni e della politica. Ancora più grave è l’impatto sulle giovani generazioni delle dimostrazioni di forza e odio che imperversano in modo particolarmente preoccupante nel web: su Facebook, secondo l’inchiesta del quindicinale dell’ANPI www.patriaindipendente.it sono 500 le pagine apologetiche del fascismo e del razzismo.

Il 27 maggio, con iniziative in tutta Italia, tra le quali il seminario nazionale a Roma dal titolo “Essere antifascisti, oggi”, al quale parteciperanno, tra gli altri, Carlo Smuraglia, Piero Ignazi, Nadia Urbinati, Amalia Signorelli, Furio Honsell, Susanna Camusso e Francesca Chiavacci, l'ANPI lancerà l’allarme e ragionerà su ciò che è urgente fare subito, sul piano di una incisiva attivazione legislativa, culturale e sociale, per arginare l’aberrante avanzata nera.

Aderiscono alla Giornata, tra gli altri, ARCI, CGIL e Libertà e Giustizia.

Sul sito www.anpi.it è sulla pagina Facebook dell'ANPI nazionale sono disponibili informazioni e programmi delle oltre 100 iniziative e il video spot della Giornata https://vimeo.com/218155519

La Segreteria nazionale ANPI


Ultimo aggiornamento Venerdì 26 Maggio 2017 13:08
 

Attacco fascista al monumento della Brigata Maiella

E-mail Stampa PDF

Nella notte tra venerdì 12 e sabato 13 maggio il monumento dedicato alla Brigata Maiella, formata da partigiani abruzzesi tra i primi ad entrare a Bologna il 21 aprile 1945, donato alla città di Bologna il 2 giugno 2010 e collocato nel Quartiere Savena tra via Barbacci e via Marx, è stato sfregiato e imbrattato con scritte e simboli fascisti. 

La sezione ANPI Savena si è immediatamente attivata per avvisare le Istituzioni, le quali sono intervenute tempestivamente: nella tarda mattinata di sabato operatori del Comune hanno ricoperto le scritte.

Domenica mattina cittadini antifascisti hanno posato una rosa e un foglio con la scritta “W la Resistenza W i Partigiani” accanto al monumento.

L’ANPI ringrazia sentitamente la presidente del Quartiere Savena, Marzia Benassi, la Assessore ai Lavori pubblici del Comune di Bologna, Virginia Gieri, e tutta l’amministrazione Comunale per la vicinanza dimostrata ai valori e ai simboli della Resistenza e per il pronto intervento. Un ringraziamento va anche a tutti i cittadini e le cittadine, ai rappresentanti e alle rappresentanti delle Istituzioni, che hanno inviato all’ANPI messaggi di solidarietà e di condanna dell’attacco, nonché a coloro che hanno voluto lasciare un segno del loro antifascismo, omaggiando la Brigata Maiella.



Ultimo aggiornamento Lunedì 15 Maggio 2017 10:35
 


Pagina 8 di 92
<<  Dicembre 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  9
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ANPIbologna @ YouTube

ANPI Bologna @ instagram!

Banner

Banner
Banner

vieni a trovarci su Facebook

vieni a trovarci su Facebook


“Uomini e donne di Bologna! Nel ricordo doloroso ma fiero dei nostri Caduti, nella coscienza dello sforzo immane onde la vita e il lavoro risorgono da tanti lutti e rovine, l'aureo simbolo del valore appuntato sul Gonfalone del Comune, sia a tutti monito di quanto la riscattata libertà costi al popolo, sia preciso impegno di difendere contro ogni oltraggio e contro ogni insidia il prestigio delle nostre libere popolari istituzioni repubblicane, sia a noi di auspicio e guida nel percorrere decisi ed uniti la via gloriosa delle civili feconde conquiste del lavoro, della scienza, delle arti, cui Bologna legò il proprio nome nei secoli”

Bologna, 24 novembre 1946, in occasione del conferimento della medaglia d'oro al valor militare alla città

Questo sito web usa i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni. Per saperne di più sui nostri cookies e come eliminarli, leggi la nostra Informativa.

Accetto i cookies da questo sito.

Informazioni sulla Direttiva e-Privacy