ANPI - ANPPIA Comitato Provinciale di Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home comunicati stampa
comunicati stampa

No a iniziative fasciste in luoghi pubblici

E-mail Stampa PDF

Le sezioni ANPI dei Quartieri Savena e San Donato-San Vitale e l’ANPI provinciale di Bologna esprimono forte preoccupazione per la presentazione del fumetto “Sergio Ramelli – Quando uccidere un fascista non era reato” che si terrà mercoledì 28 giugno 2017, presso una sala pubblica del Quartiere Santo Stefano. A tale evento parteciperanno Michele Facci, ex Consigliere comunale di Forza Italia, Massimiliano Mazzanti, ex militante Msi, e l’avvocato Gianni Correggiari, importante esponente di Forza Nuova. Inoltre, il fumetto è edito da Ferrogallico, casa editrice nota per le forti simpatie neofasciste.

Ancora una volta un’iniziativa mascherata da evento culturale va ben al di là del diritto di libertà di espressione, per costruire un’occasione di promozione e diffusione di idee fasciste e antidemocratiche, contrarie alla nostra Carta Costituzionale e che violano l’apparentemente dimenticata Legge 645 del 20 Giugno 1952, più nota come Legge Scelba, norma che, in piena attuazione della XII disposizione finale della Costituzione, introduce il reato di apologia di fascismo.

Che ciò avvenga all’interno di un luogo pubblico, una sala di uno dei Quartieri di Bologna città medaglia d’oro per la Resistenza, è ancora più preoccupante.

Invitiamo le Istituzioni e le Autorità competenti a vigilare sulla presentazione di questo fumetto e per il futuro ad evitare la concessione di spazi pubblici per iniziative dubbie sotto i profili costituzionali e legali.

Auspichiamo che anche Bologna, memore del suo passato di città antifascista, si doti al più presto di strumenti già in essere in altri Comuni italiani per vietare l’uso degli spazi pubblici ad organizzazioni e iniziative più o meno esplicitamente fasciste e che le Istituzioni locali si impegnino fortemente per il rispetto e la piena attuazione della Costituzione, dei suoi valori e dei suoi principi che sono profondamente antifascisti e respingono tutto ciò che, in qualsiasi forma e sotto qualsiasi denominazione, si richiama al fascismo e al neofascismo.

Un impegno a cui la Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini, ha richiamato tutti noi nel suo discorso in piazza del Nettuno lo scorso 25 aprile.

Da parte nostra, come cittadini della Repubblica italiana e come antifascisti, saremo attenti e attivi nella pratica quotidiana dell’antifascismo contro la proliferazione delle idee fasciste nella nostra società e nella vita pubblica.


Sezione ANPI Savena

Sezione ANPI San Vitale

Sezione ANPI San Donato

ANPI Provinciale di Bologna

Ultimo aggiornamento Domenica 25 Giugno 2017 09:22
 

Sostegno dell'ANPI alla manifestazione del 17 giugno 2017 indetta dalla CGIL

E-mail Stampa PDF

L'ANPI, in aderenza all'impegno per la piena attuazione della Costituzione, comunica il suo sostegno alla manifestazione del 17 giugno prossimo, indetta dalla CGIL. L'operazione di reintroduzione dei voucher, in qualsiasi forma, dopo la loro cancellazione che ha prodotto il provvedimento di annullamento del referendum da parte della Corte di Cassazione, rappresenta una scorrettezza costituzionale e politica, anche sotto il profilo della mancanza di rispetto della volontà popolare espressa da alcuni milioni di cittadini, appunto, con la richiesta di referendum.

Qualunque iniziativa successiva all'annullamento del referendum avrebbe dovuto essere necessariamente concordata non solo coi promotori, ma con le organizzazioni sindacali nel loro complesso, trattandosi di materie di particolare delicatezza in quanto riferibili al lavoro ed alla sua dignità, due valori chiaramente espressi dalla Carta costituzionale.

L'ANPI non rinuncerà mai a raccomandare condotte che abbiano come primo riferimento l'interesse generale ed i princìpi di fondo della Costituzione.

LA SEGRETERIA NAZIONALE ANPI

Ultimo aggiornamento Martedì 13 Giugno 2017 08:26
 

Attacco fascista al monumento della Brigata Maiella

E-mail Stampa PDF

Nella notte tra venerdì 12 e sabato 13 maggio il monumento dedicato alla Brigata Maiella, formata da partigiani abruzzesi tra i primi ad entrare a Bologna il 21 aprile 1945, donato alla città di Bologna il 2 giugno 2010 e collocato nel Quartiere Savena tra via Barbacci e via Marx, è stato sfregiato e imbrattato con scritte e simboli fascisti. 

La sezione ANPI Savena si è immediatamente attivata per avvisare le Istituzioni, le quali sono intervenute tempestivamente: nella tarda mattinata di sabato operatori del Comune hanno ricoperto le scritte.

Domenica mattina cittadini antifascisti hanno posato una rosa e un foglio con la scritta “W la Resistenza W i Partigiani” accanto al monumento.

L’ANPI ringrazia sentitamente la presidente del Quartiere Savena, Marzia Benassi, la Assessore ai Lavori pubblici del Comune di Bologna, Virginia Gieri, e tutta l’amministrazione Comunale per la vicinanza dimostrata ai valori e ai simboli della Resistenza e per il pronto intervento. Un ringraziamento va anche a tutti i cittadini e le cittadine, ai rappresentanti e alle rappresentanti delle Istituzioni, che hanno inviato all’ANPI messaggi di solidarietà e di condanna dell’attacco, nonché a coloro che hanno voluto lasciare un segno del loro antifascismo, omaggiando la Brigata Maiella.



Ultimo aggiornamento Lunedì 15 Maggio 2017 10:35
 

Appello dell'ANPI per il 25 aprile

E-mail Stampa PDF

APPELLO DELL’ANPI PER IL 25 APRILE


Il 25 aprile è la festa di tutte le italiane e gli italiani. Delle loro radici e del loro futuro.

Ricordiamo i combattenti per la libertà, i loro sogni di democrazia, uguaglianza e felicità, il

portare avanti con coraggio e tenacia la loro speranza di un Paese civile, giusto, solidale.

Festeggiamo la Costituzione nel 70° anniversario della sua approvazione.

Quello straordinario lavoro di concordia e responsabilità che condusse alla scrittura delle regole e

della sostanza democratica della vita collettiva. Principi e valori realizzati solo in parte se

guardiamo alla situazione complessiva dell’Italia dove un diritto elementare, come quello al

lavoro, in particolare per i giovani, è disatteso, dove l’attuale modo di far politica per lo più

allontana, invece di stimolare e promuovere la partecipazione popolare, dove l’orizzonte

antifascista non è ancora pienamente patrimonio dello Stato in ogni sua espressione.

Dobbiamo essere uniti e tanti. A trasmetterci la voglia di essere parte attiva

dell’irrimandabile processo di attuazione integrale della Costituzione, di contrasto ai troppi

neofascismi che impazzano nelle strade e per il web illudendo una parte delle giovani

generazioni, di costruzione di una diffusa e forte cultura del dialogo, della solidarietà, della pace.

Dobbiamo darci appuntamento per tutti i giorni a venire.

Il 25 aprile rappresenti un impegno quotidiano a sentirci una comunità in marcia verso

una democrazia realizzata fino in fondo.

Con l’entusiasmo e le capacità di ognuno.

 

Buona Liberazione.

Ultimo aggiornamento Venerdì 21 Aprile 2017 09:25
 


Pagina 1 di 50
<<  Luglio 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
171819202122
242627282930
31      

ANPIbologna @ YouTube

ANPI Bologna @ instagram!

Banner

Banner
Banner

vieni a trovarci su Facebook

vieni a trovarci su Facebook


L’antifascismo è un punto cardinale rispetto al quale si sa sempre come orientarsi.
Teresa Mattei (partigiana, la più giovane eletta nell'Assemblea Costituente)

Questo sito web usa i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni. Per saperne di più sui nostri cookies e come eliminarli, leggi la nostra Informativa.

Accetto i cookies da questo sito.

Informazioni sulla Direttiva e-Privacy