ANPI - ANPPIA Comitato Provinciale di Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home ATTUALITA' comunicati stampa
comunicati stampa

Addio Luciano Guerzoni

E-mail Stampa PDF

Il Comitato provinciale di Bologna condivide con tutta l'ANPI questo momento di grande dolore per la scomparsa di Luciano Guerzoni, vicepresidente vicario nazionale.

Ricordiamo con affetto e stima profondi Luciano, dirigente di grande valore, attento e capace organizzatore, fine politico. Ricordiamo i suoi interventi puntuali in occasione dei congressi e degli altri incontri di livello nazionale, l'attenzione e la cura che ha sempre dimostrato nei confronti del Cooordinamento regionale dell'ANPI e del Comitato provinciale di Bologna, che ha avuto il privilegio di averlo come ospite gradito in conferenze di organizzazione, congressi e in momenti delicati della sua storia.

Come cittadini dell'Emilia-Romagna ricordiamo Luciano anche come apprezzato presidente della Regione dal 1987 al 1990 e come senatore della Repubblica.

Il suo sincero spirito democratico, le sue capacità di ascolto e di indirizzo, il suo tenere alti i valori dell'antifascismo e i principi della Costituzione, in cui ha sempre creduto e che ha sempre difeso, il suo amore per l'ANPI mancheranno a tutti noi.

Addio Luciano.


 

L'ANPI per l'accoglienza e la convivenza civile. Comunicato sulla situazione a Zola Predosa

E-mail Stampa PDF

L’ANPI provinciale di Bologna si associa alle affermazioni dell’ANPI di Zola Predosa circa la necessità di accogliere i 14 profughi in arrivo sul territorio comunale di Zola e vive con forte preoccupazione tutte le manifestazioni di chiara matrice razzista ed escludente.


ANPI

Sezione Alba Maldini Zola Predosa

COMUNICATO STAMPA
OGGETTO: ARRIVO PROFUGHI A ZOLA PREDOSA

L’ANPI di Zola Predosa, in merito all’arrivo di 14 migranti sul territorio comunale e alle polemiche correlate, dichiara in primo luogo che la solidarietà internazionale è un valore sancito dalla Costituzione Italiana, che una società aperta è una società forte e sana e che pertanto questi giovani, essendo inseriti in un progetto di accoglienza ben strutturato, sono i benvenuti.

L’ANPI di Zola Predosa, prende le distanze e condanna fermamente ogni dichiarazione razzista, sia che sia presentata sui “social”, sia che sia presentata durante la commissione consiliare del 2 agosto scorso. La nostra associazione trova irricevibile e indegna la comunicazione irresponsabile che incita all’odio e alla violenza e invita la cittadinanza a non raccogliere tali provocazioni che, disgraziatamente, provengono anche da consiglieri comunali e regionali che, a quanto pare, non percepiscono come il loro ruolo istituzionale li obblighi a portare avanti le loro idee senza agitare spauracchi e spaventare la popolazione con scenari apocalittici; allo stesso tempo, l’ANPI esprime preoccupazione per le tensioni che si sono manifestate in questi giorni e auspica che la progettualità espressa su questo gruppo di giovani possa essere proficua e rigorosa, nell’interesse di tutti.

L’ANPI ringrazia l’Amministrazione comunale di Zola per la pronta comunicazione in Consiglio comunale e la convocazione di una commissione in cui ha avuto possibilità di esprimersi chiunque abbia voluto: rintracciamo in questo atteggiamento la volontà di condurre una politica territoriale seria e responsabile, che esiga il rispetto delle regole da parte di tutti: ospiti e ospitanti.

Infine, consapevole che non tutti i migranti fuggono da conflitti, l’ANPI condanna la guerra come principale causa dei mali dell’umanità e auspica energiche politiche internazionali affinché si plachino i decennali focolai di guerra nel mondo.

Zola Predosa, 03/08/2017


Scarica il comunicato


Ultimo aggiornamento Venerdì 04 Agosto 2017 16:05
 

Ciao Adelmo

E-mail Stampa PDF


Si è spento Adelmo Franceschini, ex internato militare, a lungo dirigente dell'ANPI di Anzola e membro della presidenza onoraria dell'ANPI provinciale di Bologna.

L'ANPI di Bologna ricorda la sua grande umanità, il suo impegno costante in campo sindacale e politico, e la passione infaticabile con cui comunicava alle generazioni più giovani della sua i principi dell'antifascismo e della democrazia.

Ai familiari le più sentite condoglianze.



Sarà possibile dare un ultimo saluto ad Adelmo venerdì 28 luglio dalle 9.30 alle 10.45 presso l'ospedale di San Giovanni in Persiceto. Le esequie si terranno presso la cappellina del cimitero di Anzola alle ore 11.30.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 26 Luglio 2017 11:06
 

No a iniziative fasciste in luoghi pubblici

E-mail Stampa PDF

Le sezioni ANPI dei Quartieri Savena e San Donato-San Vitale e l’ANPI provinciale di Bologna esprimono forte preoccupazione per la presentazione del fumetto “Sergio Ramelli – Quando uccidere un fascista non era reato” che si terrà mercoledì 28 giugno 2017, presso una sala pubblica del Quartiere Santo Stefano. A tale evento parteciperanno Michele Facci, ex Consigliere comunale di Forza Italia, Massimiliano Mazzanti, ex militante Msi, e l’avvocato Gianni Correggiari, importante esponente di Forza Nuova. Inoltre, il fumetto è edito da Ferrogallico, casa editrice nota per le forti simpatie neofasciste.

Ancora una volta un’iniziativa mascherata da evento culturale va ben al di là del diritto di libertà di espressione, per costruire un’occasione di promozione e diffusione di idee fasciste e antidemocratiche, contrarie alla nostra Carta Costituzionale e che violano l’apparentemente dimenticata Legge 645 del 20 Giugno 1952, più nota come Legge Scelba, norma che, in piena attuazione della XII disposizione finale della Costituzione, introduce il reato di apologia di fascismo.

Che ciò avvenga all’interno di un luogo pubblico, una sala di uno dei Quartieri di Bologna città medaglia d’oro per la Resistenza, è ancora più preoccupante.

Invitiamo le Istituzioni e le Autorità competenti a vigilare sulla presentazione di questo fumetto e per il futuro ad evitare la concessione di spazi pubblici per iniziative dubbie sotto i profili costituzionali e legali.

Auspichiamo che anche Bologna, memore del suo passato di città antifascista, si doti al più presto di strumenti già in essere in altri Comuni italiani per vietare l’uso degli spazi pubblici ad organizzazioni e iniziative più o meno esplicitamente fasciste e che le Istituzioni locali si impegnino fortemente per il rispetto e la piena attuazione della Costituzione, dei suoi valori e dei suoi principi che sono profondamente antifascisti e respingono tutto ciò che, in qualsiasi forma e sotto qualsiasi denominazione, si richiama al fascismo e al neofascismo.

Un impegno a cui la Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini, ha richiamato tutti noi nel suo discorso in piazza del Nettuno lo scorso 25 aprile.

Da parte nostra, come cittadini della Repubblica italiana e come antifascisti, saremo attenti e attivi nella pratica quotidiana dell’antifascismo contro la proliferazione delle idee fasciste nella nostra società e nella vita pubblica.


Sezione ANPI Savena

Sezione ANPI San Vitale

Sezione ANPI San Donato

ANPI Provinciale di Bologna

Ultimo aggiornamento Domenica 25 Giugno 2017 09:22
 

Sostegno dell'ANPI alla manifestazione del 17 giugno 2017 indetta dalla CGIL

E-mail Stampa PDF

L'ANPI, in aderenza all'impegno per la piena attuazione della Costituzione, comunica il suo sostegno alla manifestazione del 17 giugno prossimo, indetta dalla CGIL. L'operazione di reintroduzione dei voucher, in qualsiasi forma, dopo la loro cancellazione che ha prodotto il provvedimento di annullamento del referendum da parte della Corte di Cassazione, rappresenta una scorrettezza costituzionale e politica, anche sotto il profilo della mancanza di rispetto della volontà popolare espressa da alcuni milioni di cittadini, appunto, con la richiesta di referendum.

Qualunque iniziativa successiva all'annullamento del referendum avrebbe dovuto essere necessariamente concordata non solo coi promotori, ma con le organizzazioni sindacali nel loro complesso, trattandosi di materie di particolare delicatezza in quanto riferibili al lavoro ed alla sua dignità, due valori chiaramente espressi dalla Carta costituzionale.

L'ANPI non rinuncerà mai a raccomandare condotte che abbiano come primo riferimento l'interesse generale ed i princìpi di fondo della Costituzione.

LA SEGRETERIA NAZIONALE ANPI

Ultimo aggiornamento Martedì 13 Giugno 2017 08:26
 


Pagina 1 di 41
<<  Agosto 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
   1  3  4  5  6
  7  8  910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

ANPIbologna @ YouTube

ANPI Bologna @ instagram!

Banner

Banner
Banner

vieni a trovarci su Facebook

vieni a trovarci su Facebook


tutti sapevano, il 25 aprile, che la guerra era finita... Adesso si poteva  ricominciare, quello che facevi poteva durare, poteva finalmente servire - Vittorio Foa, (a La Repubblica)

Questo sito web usa i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni. Per saperne di più sui nostri cookies e come eliminarli, leggi la nostra Informativa.

Accetto i cookies da questo sito.

Informazioni sulla Direttiva e-Privacy