ANPI - ANPPIA Comitato Provinciale di Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home ATTUALITA'
dall'ANPI

dal Consiglio Nazionale dell'ANPI

E-mail Stampa PDF

pubblichiamo in estratto l'informativa scritta dal Presidente dell'ANPI, Carlo Smuraglia, sulla discussione del Consiglio Nazionale dell'ANPI, nella riunione del 30 gennaio scorso


Carissime e Carissimi,

vi dò alcune informazioni – come di consueto – sulla seduta del Comitato nazionale del 30 gennaio scorso.

[...]

Al primo punto, c’era “la situazione politica” e al terzo “l’iniziativa dell’ANPI”.

Unificati i due argomenti, dopo la relazione del Presidente, si è svolta, con un’interruzione di mezz’ora per un rapido snack, una discussione molto seria, ampia ed approfondita, a cui hanno partecipato quattordici compagni, riflettendo sulla situazione politica che stiamo attraversando, sulla campagna elettorale e le prospettive, sui problemi che la singolarità della situazione pone anche all’ANPI e sulle iniziative da adottare.

Il Presidente ha riferito sull’appello lanciato dall’ANPI ai partiti perché, al di là dei singoli programmi, si trovi almeno un fondamento comune su alcune questioni di fondo (correttezza, rigore, rispetto delle regole, trasparenza, “buona politica” ecc.), con un’accentuazione particolare sulla intransigente difesa della Costituzione da ogni attacco, aperto o strisciante e su due valori fondamentali, scelti – non a caso – tra i tanti che pur meriterrebbero particolare attenzione (come la scuola, l’Europa, la pace, il fisco e così via), vale a dire il lavoro (e la dignità nel lavoro) e l’uguaglianza, con particolare riferimento alla situazione delle donne nell’accesso ai posti di responsabilità e nel rapporto che dovrebbe essere paritario, anche in famiglia e invece, come dimostrano le cronache, non lo è.

Leggi tutto...
 

Per un’Italia rinnovata, nei valori dell’Antifascismo, della Resistenza e della Costituzione

E-mail Stampa PDF

appello dell'ANPI per le elezioni del 24 e 25 febbraio


“Non è il Paese che avevamo sognato”, abbiamo detto più volte - in questi anni - e ora, nell’imminenza delle elezioni politiche, c’è la seria speranza e la concreta possibilità di vedere realizzato quel sogno per cui tanti antifascisti, partigiani e cittadini si sacrificarono e morirono; di colmare il baratro che si è creato tra cittadini, istituzioni e politica; di riavvicinare il Paese a quegli ideali che furono alla base della Resistenza e, in seguito, della Costituzione.

L’ANPI, dunque - in assoluta indipendenza e autonomia rispetto ai programmi che ognuno dei partiti riterrà di prospettare agli elettori - ritiene di riaffermare alcuni principi fondamentali per il futuro della democrazia, rivolgendosi ai partiti, alle istituzioni, ai cittadini, con l’autorevolezza che deriva dalla propria storia e dal suo impegno quotidiano, nella ferma convinzione che è indispensabile ritrovare un fondamento comune – come quello che fu alla base del lavoro dell’Assemblea Costituente – almeno su alcuni principi e su alcuni valori di fondo, tra i quali meritano di essere indicati:il rigore morale, nel pubblico e nel privato;

  • la correttezza e la dignità, nella politica e nel vivere civile;
  • la trasparenza nell’attività delle Istituzioni;
  • la “buona politica”, nel contesto della funzione che l’art. 49 della Costituzione assegna ai partiti;
  • l’impegno contro ogni forma di corruzione;
  • l’impegno diffuso contro ogni tipo di mafia e contro ogni tipo di connessione tra criminalità organizzata e il rispetto nei rapporti tra i partiti e fra i singoli cittadini;
  • l’impegno diffuso contro ogni tipo di razzismo e di discriminazione e contro ogni rigurgito di fascismo e di nazismo;
  • il lavoro, in particolare per i giovani. La Repubblica italiana è “fondata sul lavoro” e dunque proprio nella realizzazione di questo principio deve ravvisarsi la priorità assoluta dell’azione pubblica e privata; perché senza lavoro, senza opportunità di lavoro, senza dignità e sicurezza nel lavoro, viene meno quello stesso sviluppo della persona umana;
  • libertà, uguaglianza e dignità per le donne, delle quali va garantita la pari opportunità nell’accesso al lavoro e ai posti di responsabilità e per le quali va messa in atto una forte campagna contro ogni forma di violenza anche domestica.

Chiediamo dunque ai partiti di assumere un solenne impegno, sui principi e sui valori qui sopra elencati.

Rivolgiamo anche un appello alle cittadine e ai cittadini perché facciano in concreto quanto necessario per il rinnovamento del Paese, rendendosi conto che la sovranità popolare non ha senso alcuno se i titolari non la esercitano.

Da ciò un invito forte alla partecipazione ed alla manifestazione della propria volontà attraverso il voto: rinunciare a manifestare la propria volontà, significa rinunciare a creare per se stessi, per i figli, per i nipoti, per le generazioni future, un avvenire di pace, di serenità e di giustizia sociale.

Ultimo aggiornamento Giovedì 31 Gennaio 2013 13:18
 

Fascismo ed antifascismo nella storia d'Italia

E-mail Stampa PDF

Con il patrocinio di: Città di Castel S.Piettro Terme e Città di Medicina

Le sezioni Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) di Castel San Pietro Terme e Medicina,


vi invitano a partecipare ad un ciclo di incontri di storia gratuiti organizzati da:


Comitato Provinciale della Resistenza e della Lotta di Liberazione,
ANPI Comitato Provinciale di Bologna, "Percorsi Storici" rivista di storia contemporanea e ISREBO

28 gennaio - 4 febbraio 2013

Ciclo di incontri

FASCISMO E ANTIFASCISMO
NELLA STORIA D’ITALIA


Un seminario di studio sulle tematiche della storia d’Italia dal fascismo ai giorni nostri.
Presso la SALA SASSI (parcheggio coop) viale Roma – CASTEL SAN PIETRO TERME (BO)


clicca qui per scaricare il programma

Ultimo aggiornamento Venerdì 18 Gennaio 2013 12:29
 

Giorno della Memoria

E-mail Stampa PDF


«La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.»



VI INFORMIAMO SULLE INIZIATIVE ORGANIZZATE IN OCCASIONE DEL
GIORNO DELLA MEMORIA 2013

(per scaricare i programmi di tutte le iniziative clicca qui)

Ultimo aggiornamento Giovedì 24 Gennaio 2013 10:26 Leggi tutto...
 

Comunicato per i lettori di "Resistenza"

E-mail Stampa PDF

Gentili iscritti,

 

La nostra rivista “Resistenza” viene pubblicata quattro volte all’anno: Marzo, Giugno, Settembre e Dicembre. La rivista viene inviata a circa 4900 indirizzi di posta cartacea.

Contemporaneamente, si procede alla pubblicazione della stessa, in formato elettronico, sul nostro sito provinciale  http://www.anpi-anppia-bo.it

Invitiamo quindi coloro che intendono visionare “Resistenza” su internet ad accedere direttamente alla nostra pagina web.

 

 

Cordialmente

William Michelini

Ultimo aggiornamento Martedì 08 Gennaio 2013 11:49
 


Pagina 8 di 20
<<  Ottobre 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
        1
  2  3  4  5  6  7  8
  9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

ANPIbologna @ YouTube

ANPI Bologna @ instagram!

Banner

Banner
Banner

vieni a trovarci su Facebook

vieni a trovarci su Facebook


...Tale esperimento era necessario ancora per la nostra formazione e per confermare le nostre idee e propositi. Abbiamo in esso appreso più che in tanti anni di scuola, abbiamo in esso visto mille cose che in un tranquillo decennio non avremmo neppure notato. Maurizio Giglio

(Ufficiale, nato nel 1920, fucilato alle Fosse Ardeatine a 24 anni, collaboratore del servizio segreto americano OSS a Roma e nel Sud, medaglia d'oro al valor militare)

Questo sito web usa i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni. Per saperne di più sui nostri cookies e come eliminarli, leggi la nostra Informativa.

Accetto i cookies da questo sito.

Informazioni sulla Direttiva e-Privacy