ANPI - ANPPIA Comitato Provinciale di Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home antifascismo oggi Il Comune di Bologna vincola la concessione degli spazi pubblici al rispetto della Costituzione

Il Comune di Bologna vincola la concessione degli spazi pubblici al rispetto della Costituzione

E-mail Stampa PDF

Il Consiglio comunale di Bologna ha approvato, con 19 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune con Amelia, Coalizione civica, Movimento 5 stelle), 3 voti contrari (Lega nord, Forza Italia), un non votante (Insieme Bologna), un ordine del giorno sulla regolamentazione della concessione di sale e spazi pubblici presentato dal gruppo consiliare Coalizione civica, che vincola la concessione degli spazi al rispetto della Costituzione italiana, in particolare della XII disposizione finale che vieta la ricostituzione del Partito fascista, e al rispetto delle leggi vigenti, specialmente Scelba e Mancino.

Iniziative analoghe sono state prese in questi giorni anche nei Comuni di Budrio, Crevalcore, Medicina e Valsamoggia. Questi Comuni e la città di Bologna si aggiungono dunque a Imola e a San Lazzaro di Savena, nel territorio metropolitano, e ai tanti Comuni che da Siena a Chiaravalle, da Torino a Pontedera, da Cavarzere a Cesena, da Pavia a Castel Bolognese, hanno inserito nei propri regolamenti norme per limitare le occasioni di apologia del fascismo e propaganda fascista.

Ultimo aggiornamento Venerdì 08 Dicembre 2017 18:51  

nessun contenuto correlato a questo argomento


<<  Luglio 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
        1
  2  3  4  5  6  7  8
  9101112131415
16171819202122
232426272829
3031     

ANPIbologna @ YouTube

ANPI Bologna @ instagram!

Banner

Banner
Banner

vieni a trovarci su Facebook

vieni a trovarci su Facebook


Grandi cose possono nascer da una risoluzione ferma, anche se di pochi. Duccio Galimberti

(avvocato, nato nel 1906, fucilato dai fascisti a 42 anni, membro del Partito d'Azione, organizzatore e comandante delle brigate Giustizia e Libertà in Piemonte, vice comandante del Comitato militare regionale piemontese, medaglia d'oro al valor militare)

Questo sito web usa i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni. Per saperne di più sui nostri cookies e come eliminarli, leggi la nostra Informativa.

Accetto i cookies da questo sito.

Informazioni sulla Direttiva e-Privacy