ANPI - ANPPIA Comitato Provinciale di Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home antifascismo oggi
antifascismo oggi

La nuova marcia su Roma va impedita

E-mail Stampa PDF

Comunicato della Segreteria nazionale dell’ANPI sull’annunciata manifestazione del 28 ottobre di Forza Nuova

 

La Segreteria nazionale dell’ANPI, vista la gravissima provocazione che i movimenti neofascisti intendono porre in essere per il 28 ottobre, data carica di ricordi negativi e profondamente significativa per tutte le nefaste conseguenze che ne sono derivate, ritiene di non potersi limitare ad una protesta, pur doverosa e ferma, ma assume l’impegno con tutta l’ANPI di contrastare con forza una simile iniziativa, qualora essa non venga impedita dalle autorità pubbliche, non solo con la presenza nelle piazze di Roma il 28 ottobre, ma in tutte le piazze d’Italia, in cui le nostre organizzazioni ricorderanno e spiegheranno ai cittadini che cosa è stato il 28 ottobre e quanti lutti, dolore e sangue ne sono derivati per i cittadini e il Paese nel suo complesso durante il tragico ventennio fascista.

Rivolge un appello alle Istituzioni pubbliche competenti affinché assumano i provvedimenti necessari a proibire la preannunciata manifestazione, rilevando che è loro compito e dovere primario quello di pretendere e assicurare il rispetto della Costituzione nei suoi contenuti profondamente democratici e antifascisti. Peraltro non occorre la ricerca di chiare e particolari motivazioni, essendo manifesto che il riferimento al 28 ottobre è – di per sé – una evidente manifestazione di apologia del fascismo, repressa dalle leggi vigenti e respinta dall’intero contenuto della Costituzione.

Rivolge altresì un caldo appello a tutte le forze democratiche, partiti, associazioni e a tutti i cittadini affinché prendano posizione apertamente contro l’escalation di tipo neofascista e razzista che si sta verificando nel Paese.

In particolare è dovere degli intellettuali che amano la democrazia, non solo farsi sentire, ma usare gli strumenti della cultura e della informazione per far vivere la memoria, rivolgendosi particolarmente ai giovani che non hanno vissuto la tremenda esperienza del fascismo. Spetta a chi comprende e ricorda rendere evidente che siamo di fronte ad un vero, autentico e grave pericolo per la democrazia.

Si riserva di sottoporre al Comitato Nazionale, convocato per la prossima settimana, ulteriori proposte, perché la voce dell’ANPI si levi sempre più alta e forte in tutte le sedi d’Italia, non solo contro l’aberrante iniziativa che ci si propone di realizzare oggi, ma contro ogni tentativo di inquinamento della nostra democrazia, col rischio effettivo di un grave peggioramento delle condizioni complessive della convivenza civile. Abbiamo assistito a troppe manifestazioni neofasciste, abbiamo letto sul WEB cose addirittura raccapriccianti, per il loro contenuto di fascismo e razzismo. Ora basta!

 

La Segreteria nazionale ANPI

 

Roma, 8 settembre 2017

 

Formazione Storia Antifascismo

E-mail Stampa PDF


Programma delle iniziative organizzate dall'ANPI di Bologna presso il nostro stand alla Festa dell'Unità.

Vi aspettiamo ogni venerdì alle 21 per un incontro sui temi della Formazione, della Storia e dell'Antifascismo.

Il 1° settembre parleremo di in-book, libri per immagini inclusivi e accessibili a tutti per rendere la conoscenza della storia fruibile.

L'8 settembre dedicheremo una serata sul tema degli internati militari a Adelmo Franceschini, proiettando una sua recente video intervista.

Il 15 settembre ci sarà la presentazione del portale realizzato dall'ANPI nazionale sulla presenza del neofascismo sui social.


Volantino

Ultimo aggiornamento Lunedì 04 Settembre 2017 10:05
 

Omaggio a Giancarlo Romagnoli

E-mail Stampa PDF

Il 7 giugno alle ore 11 le studentesse e gli studenti del Liceo Laura Bassi e dell'IsArt Liceo Artistico Arcangeli di Bologna inaugurano una targa da loro realizzata per ricordare Giancarlo Romagnoli, giovane partigiano fucilato a Bologna il 3 gennaio 1944. L'iniziativa nasce come risposta ai gravi atti di vilipendio che hanno colpito più volte negli scorsi mesi la lapide che ricorda Romagnoli, collocata in via Broccaindosso, e la corona posta per omaggiarlo. I giovani bolognesi affermano con convinzione che l'antifascismo è ancora un loro valore e che la memoria della Resistenza è un patrimonio civile da preservare con un impegno quotidiano.

Per l'ANPI sarà presente Simona Salustri della presidenza provinciale.


Ultimo aggiornamento Mercoledì 07 Giugno 2017 08:44
 

27 maggio 2017: Giornata Antifascista

E-mail Stampa PDF

Più di 100 iniziative in tutta Italia per la Giornata Antifascista indetta dall'ANPI. Ecco alcune immagini da Bologna e provincia.

                     

           


      


Ultimo aggiornamento Mercoledì 07 Giugno 2017 08:43
 

Basta con i fascismi: le iniziative a Bologna e provincia

E-mail Stampa PDF

In occasione della Giornata Antifascista del 27 maggio le sezioni ANPI di Bologna e provincia organizzano:


27 maggio, Bologna, via Azzogardino-piazzetta Pasolini, ore 10-14: punto informativo dell'ANPI provinciale di Bologna presso il Mercato ritrovato, piazza della Cineteca di Bologna; volantinaggio nei giardini adiacenti la Cineteca, teatro della battaglia di Porta Lame; in occasione della Giornata Antifascista è stato lanciato un appello a raccogliere e a portare all'ANPI provinciale fotografie di scritte fasciste sui muri di Bologna. Per informazioni vedere la pagina Facebook dell'ANPI provinciale.

L'ANPI provinciale aderisce alla manifestazione Bologna accoglie. Alle 14:30 concentramento in piazza XX Settembre e corteo verso piazza Nettuno per posare fiori al sacrario dei caduti partigiani.


27 maggio, Bologna, Centro storico: itinerario su alcuni luoghi della Resistenza in città con le sezioni ANPI Porto, Pratello e Saragozza. Partenza da piazza Malpighi angolo via Portanova alle ore 11 e conclusione al liceo Minghetti per un incontro con studenti e studentesse.


27 maggio, Medicina, piazza Garibaldi, ore 10.30-11.30: presidio a cura della sezione ANPI Medicina con posa di una corona alla lapide di Licurgo Fava, letture da lettere di condannati a morte della Resistenza.


27 maggio, Ozzano dell'Emilia, Sala Città di Claterna, piazza Allende, ore 10: Per uno stato pienamente antifascista, incontro con Federico Chiaricati, storico, esperto di neofascismo promosso dalla sezione ANPI di Ozzano.


27 maggio, San Lazzaro di Savena, piazza Bracci, ore 9-12: banchetto dell'ANPI di San Lazzaro in collaborazione con le sezioni di Terre di pianura (Granarolo, Budrio, Castenaso) presso il mercato.
.

27 maggio, Anzola, piazza Berlinguer, ore 10-12: banchetto informativo dell'ANPI di Anzola.


28 maggio, Bologna, Giardino Brigata Partigiana Maiella via Marx angolo via Barbacci e Centro sociale La Dacia via Lincoln 22/3 a partire dalle 16.30: la sezione ANPI Savena organizza un pomeriggio al parco, presso il monumento dedicato alla Brigata Maiella recentemente oltraggiato con scritte fasciste. Deposizione di una corona, canti partigiani con la voce e la fisarmonica di Salvatore Panu, distribuzione di materiali informativi, rinfresco, incontro con l'esperto di neofascismo Jacopo Frey e presentazione a cura di Dawit Solomon de La galassia nera su Facebook realizzata da ANPI e Patria Indipendente.


Inoltre a Bologna presso la Biblioteca Borges, via dello Scalo 21/3, dal 26 maggio al 9 giugno è allestita la mostra Il gioco della pace, realizzata dagli studenti e dalle studentesse dell'Istituto Aldrovandi-Rubbiani e promossa da ANPI, Associazione Rose Rosse, Dentro al Nido, Donne di Sasso, Donne in Nero, Gruppo 98 Poesia, Libera, Trekking Italia, UDI. La mostra osserverà il seguente orario: lun. 14-19, mar.-ven. 8.30-19, sab. 8.30-18.

Ultimo aggiornamento Venerdì 26 Maggio 2017 13:25
 

Basta con i fascismi

E-mail Stampa PDF

“BASTA CON I FASCISMI”: il 27 maggio, in tutta Italia, Giornata antifascista promossa dall’ANPI

“Un’iniziativa unica nel suo genere che segna un ulteriore e importante passo in avanti della nostra Associazione sul fronte del contrasto giuridico, sociale e culturale ai fascismi”. Con queste parole Carlo Smuraglia, Presidente nazionale ANPI, lancia la Giornata antifascista che si svolgerà in tutta Italia sabato 27 maggio.  Una iniziativa che intende costruire nel Paese una diffusa coscienza nazionale sul problema dell’intensificarsi del fenomeno e della minaccia neofascista in Italia e nel mondo, dei razzismi, della xenofobia e sulla necessità, quindi, di una piena attuazione dei principi e dei valori della Costituzione nata dalla Resistenza. In Italia, in particolare, assistiamo a sempre più diffuse manifestazioni di apologia del fascismo, come il recente raduno al Cimitero maggiore di Milano in onore dei repubblichini di Salò, che sembrano non avere adeguate risposte e attenzione da parte delle istituzioni e della politica. Ancora più grave è l’impatto sulle giovani generazioni delle dimostrazioni di forza e odio che imperversano in modo particolarmente preoccupante nel web: su Facebook, secondo l’inchiesta del quindicinale dell’ANPI www.patriaindipendente.it sono 500 le pagine apologetiche del fascismo e del razzismo.

Il 27 maggio, con iniziative in tutta Italia, tra le quali il seminario nazionale a Roma dal titolo “Essere antifascisti, oggi”, al quale parteciperanno, tra gli altri, Carlo Smuraglia, Piero Ignazi, Nadia Urbinati, Amalia Signorelli, Furio Honsell, Susanna Camusso e Francesca Chiavacci, l'ANPI lancerà l’allarme e ragionerà su ciò che è urgente fare subito, sul piano di una incisiva attivazione legislativa, culturale e sociale, per arginare l’aberrante avanzata nera.

Aderiscono alla Giornata, tra gli altri, ARCI, CGIL e Libertà e Giustizia.

Sul sito www.anpi.it è sulla pagina Facebook dell'ANPI nazionale sono disponibili informazioni e programmi delle oltre 100 iniziative e il video spot della Giornata https://vimeo.com/218155519

La Segreteria nazionale ANPI


Ultimo aggiornamento Venerdì 26 Maggio 2017 13:08
 

Appello per la pace

E-mail Stampa PDF

BASTA CON QUESTO GIOCO ALLA GUERRA

Questo è un appello urgente per la pace. Un appello alla civiltà suprema del dialogo, della sua umanità, della sua intelligenza. Leggiamo e apprendiamo di bombe, di grandi eventi nucleari, di raid preventivi. Un irresponsabile e impressionante gioco alla guerra che deve essere subito fermato. Chiediamo con forza alle Istituzioni internazionali, ai Governi del mondo che si metta a tacere l'assurdo di queste intenzioni che porterebbero a effetti disastrosi e di morte già tragicamente vissuti. Facciamo appello alle cittadine e ai cittadini affinché si mobilitino per diffondere il piu' possibile voci e iniziative di pace, anche in nome della nostra Costituzione che sempre ci ricorda che "l'Italia ripudia la guerra".

Carlo Smuraglia – Presidente Nazionale ANPI

Francesca Chiavacci – Presidente Nazionale ARCI

Susanna Camusso – Segretario generale CGIL

Annamaria Furlan – Segretario generale CISL

Carmelo Barbagallo – Segretario generale UIL

Roberto Rossini – Presidente Nazionale ACLI

Roma, 15 aprile 2017


Hanno aderito all'appello don Luigi Ciotti, Alessandro Pace, Sandra Bonsanti, l'ARS (Associazione per il rinnovamento della sinistra), Articolo 1 - Mdp, Legambiente, Rete della Conoscenza, Greenpeace Italia.

 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  5 
  •  6 
  •  7 
  •  8 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 8
<<  Settembre 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      2  3
  4  5  6  7  910
111214
181920
252627282930 

ANPIbologna @ YouTube

ANPI Bologna @ instagram!

Banner

Banner
Banner

vieni a trovarci su Facebook

vieni a trovarci su Facebook


Grandi cose possono nascer da una risoluzione ferma, anche se di pochi. Duccio Galimberti

(avvocato, nato nel 1906, fucilato dai fascisti a 42 anni, membro del Partito d'Azione, organizzatore e comandante delle brigate Giustizia e Libertà in Piemonte, vice comandante del Comitato militare regionale piemontese, medaglia d'oro al valor militare)

Questo sito web usa i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni. Per saperne di più sui nostri cookies e come eliminarli, leggi la nostra Informativa.

Accetto i cookies da questo sito.

Informazioni sulla Direttiva e-Privacy