ANPI - ANPPIA Comitato Provinciale di Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home ANPPIA
ANPPIA

Cos'è l'ANPPIA

E-mail Stampa PDF
L'ANPPIA è l'associazione unitaria che raccoglie i perseguitati politici antifascisti italiani, tutti coloro cioè che per la loro opposizione al fascismo scontarono duri anni di confino e di carcere.
L'Associazione raccoglie altresì tutti coloro che nel ventennio operarono contro la dittatura fascista.
Leggi tutto...
 

Lo Statuto

E-mail Stampa PDF

Art. 1 - COSTITUZIONE E CARATTERE DELL’ANPPIA

È costituita una Associazione tra i cittadini italiani perseguitati dal fascismo con la denominazione: Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti (ANPPIA).

Essa ha carattere democratico repubblicano ed è indipendente dai partiti politici.

Leggi tutto...
 

l'organizzazione

E-mail Stampa PDF

COMITATO PROVINCIALE DI BOLOGNA

Componenti: Paolo Baffè, Massimo Meliconi, Simona Salustri, Renato Sasdelli, Gabriella Zocca

Segretario:  Massimo Meliconi

Vicesegretario: Paolo Baffè


Collegio dei revisori: Paolo Bassi (presidente), Lidia Biferale, Roberta Mira


Ultimo aggiornamento Venerdì 31 Luglio 2015 09:23
 


<<  Ottobre 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
        1
  2  3  4  5  6  7  8
  9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

ANPIbologna @ YouTube

ANPI Bologna @ instagram!

Banner

Banner
Banner

vieni a trovarci su Facebook

vieni a trovarci su Facebook


mi ricordo di essere caduta almeno due o tre volte il giorno della Liberazione. Era l’emozione? Fu una cosa talmente... io non so come descriverla perché fu una gioia così grande il pensare che la guerra era finita e che i tedeschi erano partiti, che i fascisti erano sconfitti, fu una cosa enorme. Tutto questo popolo di gente, io non capivo più niente, correvo dalle Due Torri a Piazza Maggiore.La gente cominciava a portare i santini, le fotografie e li attaccavano lì al muro del Palazzo del Comune. Fu una roba! E poi chi piangeva, perché la gioia fa anche piangere e poi molti non c’erano più. Diana Sabbi, Medaglia d’argento al valor militare

Questo sito web usa i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni. Per saperne di più sui nostri cookies e come eliminarli, leggi la nostra Informativa.

Accetto i cookies da questo sito.

Informazioni sulla Direttiva e-Privacy